G come il giusto Bouquet

Ad ogni sposa il suo bouquet
Ad ogni sposa il suo bouquet

Rose, mughetti, calle, fiori di campo, tondo o ricadente, quale sarà il bouquet giusto per l’abito dei sogniSubito dopo la scelta del vestito e degli accessori come scarpe, guanti e velo, la sposa penserà alla scelta del bouquet

Di norma le spose opteranno per un bouquet che si intoni con il proprio abito e che sia in armonia con la silhouette e lo stile del suo vestitoIl bouquet è importante tanto quanto l’abito e come vuole la tradizione dovrebbe essere regalato dal futuro marito. La scelta dei fiori è fondamentale non solo per i colori ma anche per ciò che trasmettono con il loro preciso significato. Ecco come scegliere il giusto bouquet tenendo conto della propria personalità. Per le più romantiche è indicato il bouquet di tulipani che si può scegliere nelle tonalità colorate o total whitePer le spose che vogliono trasmettere femminilità e bellezza, si consigliano calle bianche e orchidee che rimangono tra i fiori preferiti dalle spose. Il loro colore è anche associato alla purezza. Sincerità è ciò che esprimono le azalee. Per le giovani spose si consiglia il bouquet di lillà viola che nel linguaggio dei fiori simboleggiano la freschezza e la giovinezza. Più noto è il significato delle rose: bianco è il colore della purezza, giallo della gelosia, giallo orlato di rosso, dell’amore tenero ed eterno. Gli sposi dovrebbero preoccuparsi se dovessero vedere la futura sposa all’altare, con un bouquet di rose giallo pallido, simbolo di titubanza in amore e bisogno di conferme. La rosa rossa rimane senza dubbio la messaggera di un amore passionale e travolgente, in quanto il rosso rappresenta il colore dell’amore, della vita, del sangue e del fuoco.

Un altro aspetto che la futura sposa non deve sottovalutare è la forma del bouquet che deve adattarsi allo stile del suo vestito e al proprio fisico. Ad esempio una sposa alta e snella che indosserà un vestito ampio e con strascico, potrebbe optare per un bouquet cosiddetto “ricadente” o a cascata: si tratta di un bouquet molto grande con i fiori che possono essere di diversi tipi e ricadenti a grappolo, dall’aspetto importante e scenografico, poco adatto quindi, alle spose piccoline e “burrose”.

Se invece la sposa indosserà un vestito non troppo lungo, allora sarà preferibile il bouquet aperto, composto da diversi tipi di fiori, come fiori d’arancio e ortensie, ampio e voluminoso e deve essere tenuto all’altezza della vita. Il bouquet tondeggiante è adatto a tutte, mentre per la sposa longilinea che indossa un vestito sobrio e lineare è indicato il bouquet a fascio, dalla linea importante dove i gambi dei fiori che lo compongono solitamente rose, tulipani o calle vengono lasciati lunghi. È di grande effetto e deve essere portato facendolo scivolare sul braccio.

Sinfine, volessimo stupire il nostro futuro marito, non dimentichiamo di aggiungere qualche foglia di edera, simbolo di un sentimento sincero e promessa di un amore fedele “per tutta la vita”.

Lascia un commento