F come Festeggiamenti!

Aspetto assolutamente da non sottovalutare è l’armonia, la coerenza tra gli elementi compositivi, strutturali e tematici che guidano il vostro matrimonio. I dettagli sono da studiare approfonditamente e l’aspetto finale non dovrà in alcun modo risultare eterogeneo: è necessario creare una liason tra i menu ed i segnaposto, i colori delle tovaglie e quelli del bouquet, delle bomboniere e possibilmente dei piatti serviti…

Un piccolo accorgimento è quello di attenersi allo stile più adatto all’orario della cerimonia: se il matrimonio avviene la mattina presto (9h00) si potrà optare per un elegante brunch od un’abbondante colazione, se invece si svolge più tardi intorno alle 11h00 meglio scegliere il classico banchetto, mentre per le cerimonie più informali e raccolte potrà andar bene un orario tardo-pomeridiano come le 16h00 e per trascorrere il tempo con gli invitati si potrà organizzare un thè inglese od una spiritosa merenda. Se invece gli sposi (e gli invitati) sono giovani e vivaci perchè non optare per le 18h00 e concedersi un aperitivo con annessa festa danzante?

Ognuna di queste soluzioni deve però tener conto del tono generale: da evitare l’aperitivo se avete invitato tanti parenti (compresi anziani e bambini), ed allo stesso modo il brunch, che di regola non prevede nè il servizio al tavolo nè il posto fisso. Se vi siete focalizzati su un convivium prestate invece molta attenzione all’assegnazione dei posti: sarebbe spiacevole assistere a dissapori proprio nel giorno che tutti ci immaginiamo perfetto!

 

spo

Lascia un commento