D comme Demoiselles

Solitamente si usa indicare con il termine damigelle le amiche della sposa che non hanno avuto il privilegio di essere nominate testimoni e che la circondano senza particolari obblighi/compiti. Storicamente però le demoiselle non sono donne adulte, bensì bimbe che reggono lo strascico alla fortunata, portano le fedi e spargono petali di rosa lungo la navata.

Data l’ambivalente connotazione ho deciso di trattare di entrambe le figure, cominciando dalle più giovani.

Le bambine che in genere ricoprono questo ruolo sono scelte tra le nipotine, le figlie delle amiche più vicine, quelle a cui si è fatto da baby sitter e così via. Per le piccole questo è un grande onore, ma non dimentichiamo mai quanto i cuccioli umani siano volubili, desiderosi di attenzione e distratti: occorrerà che durante la cerimonia i genitori siano presenti e ricordino loro i compiti da svolgere momento per momento. Per questo motivo è sconsigliato incaricare bimbi al di sotto dei 5 anni: si stancherebbero presto e sarebbe difficile spiegar loro efficaciemente cosa devono fare.
Per quanto riguarda il loro abbigliamento l’unico consiglio che imperituro dispenso è semplicità. Sono giocosi e gioiosi, non amano rimanere quieti e seduti, perchè mai dovreste costringerli in abiti sontuosi, scomodi e troppo preziosi per trascinarli nel parco? Scegliete qualcosa di sobrio e largo, così che possano muoversi liberamente e non si sentano costretti.

Passiamo ora alle adulte. Se ai più piccini è concesso il bianco (o l’avorio,a seconda dell’abito della sposa) le amiche devono assolutamente evitarlo, a meno che non vi chiamino Pippa Middleton. In genere si tiene conto del bouquet della sposa per scegliere il colore da abbinare. A questo proposito si leva chiara una preghiera alle protagoniste di quel dì: niente rose gialle, fuxia, viola o quant’altro. Indirizzatevi piuttosto su tonalità come il blu profondo, il cipria, il sabbia, il petrolio e simili, avrete una garanzia in più che la vostra amicizia durerà a lungo.
La lunghezza dell’abito è un altro parametro importante: di norma escludete modelli dalla gonna ampia e con strascico annesso, optate per il ungo solamente se la sposa ha almeno 150 cm di strascico ed un abito in generale ben ricco, concedetevi il corto (ma non troppo) se invece il mood è più semplice. In tutto e per tutto quel giorno voi non sarete i personaggi principali, nemmeno comparse, per carità, ma, in effetti, le migliori amiche della Julia Roberts d’occasione. Non siate vanesie, donatevi con generosità e proverete il gusto della gratitudine. Il vostro momento verrà, davvero.

spo

Lascia un commento